Trovare chi ti serve quando hai pochi (o troppi) candidati

annunci di ricerca di personale da non fare

Lo scopo di questo blog è di fornirti alcuni punti di vista che possano esserti utili per valutare il tuo personale oggi o rivalutare scelte del passato.

Cerca e trova il tuo ago nel pagliaio, la vera perla, il tuo enfant prodige.

Anche se stai semplicemente cercando una persona perbene e degna della tua fiducia, vorrai certo trovare qualcuno che dia un senso al tuo investimento. Vuoi una persona capace di operare apportando un contributo positivo ai tuoi progetti lavorativi, una persona che giustifichi appieno il costo di una nuova assunzione e soddisfi le tue necessità di produzione.


Che si tratti di una posizione molto qualificata e ad alta specializzazione, della ricerca di un caporeparto con breve esperienza, di un semplice impiegato per una sostituzione maternità o di un promettente neolaureato, trovare chi ti serve potrebbe non essere una passeggiata.


 
 

Poche candidature? Troppe candidature?


Potresti essere nella triste situazione di avere poche risposte oppure, ed è un classico, hai già ricevuto più di duecento curriculum al terzo giorno dall'uscita dell'annuncio e la tua casella dedicata sta andando in tilt... Capita anche che dopo averne letti una trentina si possa iniziare a pensare di non essere Sherlock Holmes e di non avere abbastanza tempo, o che la persona che stai cercando non esista: NON È VERO.

Potresti finire per pensare che i candidati non sappiano leggere, visto che cerchi qualcuno che parli le lingue e dalla lettera di presentazione ti accorgi che persino l'italiano è migliorabile. Potresti temere di non essere stato abbastanza chiaro, perché hai richiesto un'esperienza importante e il giovanotto o la giovanotta daranno la maturità tra un mese!

Va bene che c'è la crisi, potresti dirti, ma che senso ha candidarsi per un posto di interprete di testi russi, se si parla solo italiano e cinese? E che dire dell'addetto alla ristorazione che si propone come Senior Sales Manager? A chi non è capitato? Onestamente un pochino di questo traffico puoi risparmiartelo.


Si tratta solo di imparare a trovare i candidati giusti e NON ATTIRARE COME CALAMITE I CANDIDATI NON IDONEI.


 
 

Occorre valutare onestamente la propria capacità di inserire e seguire la nuova risorsa, per renderla competente sul nuovo posto.


È vero che esistono candidati pigri, contenti di fare sempre il minimo necessario per essere dimenticati da qualche parte (Checco Zalone docet). Solo che scoprirlo dopo la firma del contratto può costarti caro.

Allo stesso modo ci sono persone in gamba che amano fare bene il proprio lavoro ed essere estremamente contributive. Queste persone crescono in tempi ragionevoli, se messe in condizione di farlo. E saranno quelle che restano al tuo fianco. Se invece trovano un ambiente che non riconosce questa loro capacità e volontà, o se i loro sforzi vengono ignorati o vanificati, tendono ad annoiarsi e a fare guai, se non ad andarsene.


Non usare gli acchiappa farfalle.


Per evitare di perdere tempo e farlo perdere a qualche altro tuo collaboratore, dovrai impegnarti per capire cosa e chi davvero ti occorre. Evita come la peste annunci fumosi e acchiappa farfalle. Non fare annunci di ricerca di personale che promettono moltissimo a fronte di poco o nulla, tipo : "soldi facili, nessuna esperienza richiesta, lauti guadagni". Perché se cerchi questo, è questo che otterrai. Cerca piuttosto di essere come il miele per le api regine. Niente di meno.


Contattaci per una consulenza gratuita

Richiedi il nostro manuale

“12 errori da evitare nella valutazione e selezione del personale.”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per ulteriori informazioni leggi la nostra Privacy Policy o l'informativa estesa sui Cookies

Chiudi