UN BREVE MESSAGGIO DA HUMAN OPTION

Nell’affrontare la situazione attuale, crediamo fortemente che essere ben informati e aggiornati sia un fattore chiave per aiutare tutti noi a trovare il modo migliore di andare avanti.
Questa è la ragione per cui condividiamo con voi questa selezione di notizie utili relative al mondo dell’impiego e del lavoro.
Stiamo inoltre conducendo sondaggi tra i nostri clienti e partners per raccogliere ulteriori informazioni e scoprire cosa possiamo fare per diventare più forti e capaci di gestire il futuro.
– Tutto il team di Human Option

NON SOLO TECNOLOGIA NEL FUTURO DELLE NOSTRE IMPRESE POST COVID

Oltre alla fase 2 e ai necessari obblighi per mettere in sicurezza le persone che lavorano con noi, potremmo scoprire di poter approfittare della tecnologia per gestire e comprendere meglio le dinamiche del nostro personale, instaurando così una migliore comunicazione che riesca a coinvolgere e far sentire parte della squadra anche i più timidi.

Leggi l’intero articolo QUI.

NOVITÀ SU BONUS CURA ITALIA

Dopo i mesi passati in sordina, dopo la fase dell’isolamento, delle quarantene e dei distanziamenti (questi ultimi da mantenere, eccetto che tra congiunti e nell’ambito familiare) è probabile che si senta nuovamente e finalmente l’esigenza di tornare ad essere e agire “con un pubblico”. Il termine pubblicità, come ci ricorda la Treccani, deriva dal primo significato di pubblico:

1. Che riguarda la collettività, considerata nel suo complesso e in quanto ne fa parte. Il fatto d’essere pubblico, di svolgersi alla presenza del pubblico. Fatto di fronte a tutti, in modo che tutti possano vedere o udire.

La legge di conversione del decreto Cura Italia conferma le novità 2020 per il bonus pubblicità: credito al 30% sull’intero investimento, senza tener conto degli incrementi rispetto agli investimenti fatti nel 2019. Chi può usufruirne? Le imprese, anche start up che abbiano iniziato l’attività nel 2020, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali, che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica anche on line e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali.

Leggi l’intero articolo QUI.

QUANTO CONTA OGGI SAPER CAMBIARE, IN MEGLIO

Le aziende e le persone che in un periodo di incertezze come questo sapranno trasformarsi, in vista di un nuovo modello migliorato, saranno quelle che usciranno meglio da questa crisi. Alcune la stanno già attraversando con un patrimonio ancora più ricco, e non solo in termini materiali. Qui un caso tra i tanti, dall’Umbria.

Leggi l’intero articolo QUI.

LAVORO AGILE O SMART WORKING: SCOPRIREMO CHE CI FA BENE?

Dai primi di marzo, le aziende italiane si sono trovate costrette ad impiegare il lavoro agile per decreto, ovunque fosse possibile. Alcuni ne stanno apprezzando i vantaggi. Altri si stanno ancora confrontando con la sfida che lo smart working comporta: un netto cambiamento in alcune dinamiche lavorative. Sia per gli Executive che per i lavoratori / collaboratori.

Ciascuno dovrà saper concepire un nuovo approccio. Ci sarà chi deve imparare a concedere fiducia, a fornire una guida coinvolgente e illuminata, chi sentirà la necessità di apprendere nuovi modelli di leadership e organizzazione. E certamente ci sarà chi dovrà imparare a lavorare in maggiore autonomia, in base a risultati e scadenze accordate, ottimizzando le comunicazioni utili e sfrondando quelle non necessarie.

Lavorare da casa richiede una buona dose di auto-disciplina e auto-motivazione, in cui responsabilità e libertà si fondono. Puntare sul coinvolgimento verso gli obiettivi comuni, si tradurrà in maggiore efficienza e creatività con una crescita condivisa. 
Anche se apparentemente ciò che cambia sono gli spazi e i tempi (più elastici e virtuali), non saranno solo quelli: cambieranno le persone, che dovranno imparare a sviluppare alte dosi di empatia a distanza….guarda un po’, mi ricorda qualcosa!

Nell’ottica smart, il concetto di ufficio diventa ‘aperto’, il vero spazio lavorativo è quello che favorisce la creatività delle persone, 
 genera relazioni che oltrepassano i confini aziendali, stimola nuove idee e quindi nuovo business.”

Leggi l’intero articolo QUI.

COME IN UN FILM, LE OPPORTUNITÀ DELLA REALTÀ VIRTUALE AUMENTATA

C’erano una volta i film di fantascienza, ora abbiamo la realtà virtuale aumentata. In un periodo di crisi potersi avvalere di queste tecnologie può fare la differenza, ci permette di poterci presentare, di far visionare i nostri prodotti e servizi e farci comprendere meglio dai nostro mercato. Chi può avvalersi di tecnologie virtuali che pochi anni fa erano impensabili ha ora delle carte in più. Vi viene in mente un momento migliore per integrarle nel proprio progetto di business?

Dai visori che permettono di controllare a distanza lo stato di un cantiere con visuale 3D immersiva, alle esperienze immersive che permettono ai tecnici di capire come riparare un macchinario oppure assemblare un cancello, come il caso di the Nice Group, sono molti gli esempi aziendali in cui queste tecnologie possono già trovare un utilizzo.

Leggi l’intero articolo QUI.

SE TI VA FACCI AVERE TUE NOTIZIE E INFORMAZIONI CHE VUOI CONDIVIDERE, TE NE SAREMO GRATI, INVIACELE VIA MAIL QUI.